Sede via della Lucchina 47 G-H Roma email pianopartecipato@libero.it Leggi qui: Lo Statuto


mercoledì 10 luglio 2019

Recuperiamo il locale prefabbricato dietro la "Besso Curva"

L'associazione culturale Lucchina e Ottavia non solo ha presentato il progetto di Biblioteca da realizzare nei 400 metri quadri di locali abbandonati dietro la scuola Pablo Neruda (e ringraziamo quanti hanno già sostenuto questo progetto e quanti, speriamo tanti, stanno per votarlo online) ma ha anche proposto al Comune uno Spazio Sociale creativo  Ottavia Palmarola  . Si tratta di  utilizzare per fini culturali e sociali un locale prefabbricato che era adibito a centro anziani dietro la scuola materna Besso.
Da questo inverno i 3 anziani che giocavano a carte non ci sono più andati e il presidente del Centro anziani sembra lo tenga chiuso definitivamente.
Ci sembra pertanto ragionevole e costruttivo per il quartiere assegnarlo ad associazioni attive sul territorio per realizzare servizi utili ai cittadini.
Esempio: riunioni di coordinamento con parroci, carabinieri, presidi, per dare ascolto ai bisogni dei cittadini e collegarsi con gli enti locali che debbono dare risposte.
Preparare iniziative culturali, soprattutto con i giovani, per poterle poi svolgere nei teatri di parrocchie, case di riposo o negli spazi aperti.
Creare uno sportello per il supporto informatico, sul modello Roma Facile, dove ogni cittadino può ricevere gratuitamente un aiuto nelle procedure telematiche con la pubblica amministrazione.
Nel cuore di ottavia e dietro una scuola dell'infanzia un punto al momento abbandonato da far brillare tessendo relazioni con genitori, insegnanti, bambini, ragazzi e cittadini del quartiere.
Non possiamo che invitare caldamente tutte e tutti a entrare sul sito del Comune di Roma alla pagina Bilancio Partecipativo e prendere visione di due progetti  e dare il vostro sostegno per migliorare la qualità della vita dei nostri quartieri. 

1) Biblioteca e Centro Artistico Multimediale Ottavia Plmarola 

 2) Spazio sociale creativo Ottavia Palmarola 

L'associazione è disponibile a dare supporto tecnico a chi vuole registrarsi sul sito del comune o semplicemente per riuscire a votare.
E' sufficiente scrivere una mail a pianopartecipato@libero.it e prendere un appuntamento serale (presso il cortiletto via Lucchina 47).

lunedì 8 luglio 2019

La Biblioteca a Ottavia diventa realtà. VOTIAMOLA TUTTI

Sul sito del Comune di Roma, alla voce Bilancio partecipativo, trovate la proposta avanzata dall'Associazione culturale Lucchina e Ottavia per recuperare e riqualificare 400 metri quadri di locali abbandonati da pù di 30 anni.
Cosa farne? Abbiamo proposto di farne una bellissima Biblioteca e Centro Artistico Multimediale Ottavia Palmarola a beneficio dei quartieri carenti come Ottavia, Palmarola, Selva Candida, Casalotti. 

Dove trovate il progetto? Lo trovate pubblicato qui: https://www.comune.roma.it/web/it/processo-partecipativo.page?contentId=PRP322060
cercando poi il progetto Biblioteca e Centro Artistico Multimediale Ottavia Palmarola.
Mettendo il filtro Municipio XIV si arriva rapidamente.
Ma per votare questo progetto, se non siete già registrati, dovrete purtroppo registrarvi attraverso la cosiddetta identità digitale. Come fare? A nostro avviso il modo più semplice e gratuito è farlo attraverso Poste Italiae. 
Provate direttamente a fare tutto all'ufficio postale. 
Oppure fate la prima parte voi, compilando, ad esempio, questo modulo sul sito delle poste e poi andando ad identificarsi in un qualsiasi ufficio postale: https://posteid.poste.it/identificazione/identificazione.shtml

Chi volesse un aiuto per registrarsi può venire martedì 9 luglio ore 20.30 presso il bar La Pineta via della Lucchina 49 (di fronte oratorio Santa Maddalena) dove cercheremo, con un pc, di dare una mano nella registrazione.
 Occorre però venire muniti di carta d'identità e telefono cellulare. 
In alternativa si può inviare una mail a pianopartecipato@libero.it e prendere un appuntamento sempre in ore serali.



lunedì 24 giugno 2019

L'Happy Hour di Ottavia: PuliAMO i Giardinetti di via Tarsia...

Un modo sui generis di vivere l'"ora felice"(l'happy hour caratteristico dei Pub), lo propone l'Associazione culturale "Lucchina e Ottavia" ai giardinetti di Via Tarsia.
Mercoledì sera 26 giugno alle ore 20.30, attrezzati di guanti, sacchi e di ramazza, alcuni soci dell'associazione ripuliranno la piccola e preziosa area verde raccogliendo i rifiuti, le cartacce e le bottiglie sparse per terra.
L'ora serale sarà anche un modo per potersi relazionare positivamente con i frequentatori abituali del parco e cercare di sensibilizzare sul tema della cura dei beni comuni.
L'associazione intende anche coinvolgere altri ragazze e ragazzi del quartiere nelle proposte da fare al Campidoglio sul bilancio partecipativo.
Appuntamento per chi volesse aggregarsi alle ore 20.30 mercoledì 26 giugno 2019. 
Comunicazioni via email a pianopartecipato@libero.it oppure via messenger sulla pagina.

venerdì 21 giugno 2019

L'associazione Lucchina e Ottavia si rinnova....

L'Assemblea annuale dell'associazione culturale "Lucchina e Ottavia" si è riunita giovedì sera 20 giugno 2019 alle ore 20 nel bellissimo giardino di Villa Betania in via della Lucchina 7, per discutere e deliberare 3 punti importanti:
  • 1) Rendiconto delle attività svolte e approvazione del Bilancio annuale; 
  • 2) Il rinnovo triennale del consiglio direttivo; 
  • 3) Il progetto, da presentare al Campidoglio, di realizzazione di un Centro culturale/biblioteca per i  giovani di Ottavia e Palmarola.
Sono state confermate nel direttivo le due socie archeologhe cooptate l'anno precedente, Francesca e Priscilla, classe 93, che probabilmente sono tra le più giovani esponenti dell'associazionismo di Roma nord ovest.
Confermata anche la presidente uscente mentre non si sono ricandidati il tesoriere Emilio e il vice presidente Giancarlo. 
Eletta nel direttivo una new entry, la socia Claudia che inizia la sua prima esperienza "manageriale".
Infine, nell'elezione dei cinque consiglieri è rientrato anche Domenico, uno dei soci fondatori.
Il dibattito si è incentrato in buona parte sulle difficoltà che incontra l'associazione.
A fronte di attività preziose per il territorio come la valorizzazione dei luoghi archeologici, gli spettacoli svolti nella casa albergo Villa Primavera, la trasferta culturale presso il Lago di Martignano, I caffè creativi del sabato nell'area di servizio... si riscontra una chiusura degli enti locali e di ferrovie riguardo una politica di sviluppo dell'associazionismo con atti concreti: ad esempio l'apertura dei locali inutilizzati della stazione di Ottavia, la messa a disposizione di altri spazi pubblici liberi e disponibili che permettano il coinvolgimento di tante più persone nella creazione di una comunità aperta, solidale e partecipante. 
La seduta si è tolta alle 22.30. 
una delle iniziative antimafia del 2015
Un grazie a chi ci ha ospitato nel bel complesso di villa Betania.
In bocca al lupo ai consiglieri eletti e buon lavoro!

 caffè filosofico nei locali della stazione


venerdì 17 maggio 2019

Ottavia incontra la "Fata Turchina" domenica 19 maggio


Sul lago di Martignano è stato girato una  parte dello sceneggiato televisivo "Le avventure di Pinocchio" di Luigi Comencinì con l'ambientazione della casa della Fata Turchina perchè su quello splendido bacino d'acqua non si affaccia alcun centro abitato e nessuna strada è stata costruita nel circuito perimetrale, consentendo al luogo di restare pressoché incontaminato. 
Mancano circa 48 ore ed è ancora possibile prenotarsi ad un evento unico nel suo genere, diremmo quasi epocale:

Si tratta della prima passeggiata archeologica guidata nella parte sud (anguillarese) del lago di Martignano.
I resti di una villa romana, i resti di un antico acquedotto che serviva il papato e la bellezza della flora lacustre. 
Ci si incontrerà alle ore 10 presso il grande parcheggio che si trova a circa 2 chilometri dal lago per salire su una delle navette del comune di Anguillara.
Giunti sul posto, due ore saranno dedicate al cammino panoramico intorno al lago, a seguire uno spazio letterario dello scrittore Luigi Plos, un bel pranzo sulla riva presso il punto di ristoro "Lucignolo" e un momento digestivo condito da musiche e poesie.
Quale occasione potrebbe essere migliore  di questa per ritrovarsi tutti insieme nell'atmosfera magica della Fata Turchina?


Informatevi telefonando e prenotatevi!

In ogni caso Buon Fine Settimana!

Associazione culturale Lucchina e Ottavia 






giovedì 14 marzo 2019

A Ottavia una domenica speciale dedicata alla Primavera.....

Ragazze ragazzi, mamme e papà, bambine e bambini,  udite! udite! 

 Domenica prossima, 17 marzo 2019, mattina e pomeriggio a Ottavia è un giorno speciale di festa del quartiere con mercatini, animazione per bambini, musica, teatro e poesia.

E dove potrebbe tenersi questa grande festa di Primavera a Ottavia??
Ovviamente a Villa Primavera! la storica struttura di accoglienza, fondata da Padre Primo Fiocchi nel 1952 (leggi qui),  che si trova in via della Stazione di Ottavia 86, vicino la farmacia.


L'evento è organizzato dall'Associazione culturale Lucchina e Ottavia e prevede un ricco programma che si svolgerà nel giardino e nella sala teatro della struttura residenziale:



Dalle 10.00 alle 12.30  
"Truccabimbi" con Samanta 
"Tutti giù per terra", botanica e giardinaggio con Roberta 

Dalle 15.30  Spazio espositivo di creazioni artigianali 

Dalle 16.00 "In Teatro!!!" 
Concerto a cura del gruppo "Anima e Coro"
 Poesie e pieces teatrali a cura del gruppo "Creativi Ottavia"


Vorremmo fosse una festa dell'Amicizia e del Sorriso contagioso. 

Si concluderà alle 18.30 con un girotondo ideale in cui ogni partecipante potrà caricarsi di energia luminosa da diffondere e donare a chi ne ha bisogno.

Vi aspettiamo numerosi! 


Associazione culturale Lucchina e Ottavia 

per info: pianopartecipato@libero.it


lunedì 4 marzo 2019

Ottavia e il passo carrabile dalle "uova d'oro"...

foto esempio tratta da google relativa a illuminazione
Valeria, che non ha mai preso una multa per passo carrabile in vita sua, la sera del 4 marzo 2019 ha dovuto pagare molti soldi per evitare che il carro attrezzi portasse via la sua macchina parcheggiata davanti ad un passo carrabile in via Vivi Gioi, di fronte al primo parcheggio di via Ravera. 
Valeria stava mangiando una pizza col suo fidanzato nel vicino locale e, apparentemente, la sanzione potrebbe sembrare una cosa normale perchè il passo carrabile esiste veramente.
Ma, a nostro avviso, la polizia locale del 14° gruppo, e il relativo comando di via Borromeo, dovrebbero domandarsi: perchè, ci dicono i gestori della vicina tavola calda di via della Lucchina: "in questi ultimi anni sono state rimosse tante automobili" e, immaginiamo, siano state pagate tante multe per quel passo carrabile, da cittadini che, di sera,  parcheggiano proprio in quel tratto di strada per andare al cinema o per andare alla Salus o per andare nei locali di ristorazione della zona??
Noi dell'associazione Lucchina e Ottavia una spiegazione ce l'abbiamo:
Quel segnale di passo carrabile e quel cancello distanti alcuni metri dalla strada, coperti dall'ombra degli alberi, non sono visibili e non vengono facilmente individuati da chi non abita in zona, 
La discontinuità del marciapiede è mimetizzata dalla striscia continua marmorea che di sera, quando c'è poca luce, inganna gli occhi degli automobilisti che parcheggiano in quel punto.
Facciamo il seguente ragionamento: se i proprietari del civico adiacente che hanno ritenuto di accendere un faro sul loro cancello  non  sono incorsi così di frequente nel blocco del passo carrabile dalle auto in sosta di ignari automobilisti, a differenza di quelli vicini che stanno "in ombra", allora potremmo dire che 2 + 2 fa 4.
Sarà sciatteria? Insensibilità? Trascuratezza? 
Fatto sta che se si lasciasse ancora inalterata una situazione quantomeno anomala che, immaginiamo, frutta "uova d'oro" alle casse comunali e alle ditte affidatarie dei depositi, ciò, a nostro avviso, rappresenterebbe una sorta di "estorsione" nei confronti di cittadini lavoratori che si trovano casualmente a frequentare il cinema o i locali o la clinica di via della Lucchina.
L'associazione esprime solidarietà a tutti quei cittadini che in buona fede hanno parcheggiato su via Vivi Gioi ingannati dalla scarsa visibilità di quel cancello e di quel segnale, interni alla strada e non illuminati.
Auspichiamo altresì che le autorità comunali e prefettizie si interroghino sull'ipotesi di una chiara lesione del diritto dei cittadini laddove ogni segnale stradale debba essere adeguatamente visibile e illuminato nelle ore notturne.
In altre parole, cari amministratori, vi invitiamo a fare un accurato sopralluogo serale e, qualora le nostre deduzioni si rivelassero fondate, abbiate il coraggio di cambiare questa situazione ingiusta e restituire a Valeria quella cifra spropositata equiparabile, forse, a una settimana di lavoro.

Associazione Lucchina e Ottavia