Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


venerdì 27 luglio 2012

Sulle antenne servirebbe un patto di condominio

Nelle zone di Ottavia, Lucchina e Palmarola, le stazioni radio base di telefonia mobile installate sui tetti sono già tante. Forse solo tra diversi  anni conosceremo gli effetti che queste sorgenti elettromagnetiche provocano sulla salute dei cittadini, soprattutto nei minori che abiteranno per molto tempo nelle vicinanze.
Da considerare anche l'abbattimento del valore commerciale degli appartamenti che si trovano a ridosso delle antenne. Circostanza acclarata in alcune ricerche di mercato e confermata da sentenze che hanno accolto richieste di risarcimento in tal senso da parte di proprietari di case.
Per frenare questo fenomeno dilagante i cittadini di Ottavia e zone limitrofe avrebbero a disposizione uno strumento efficace che ci permettiamo di sottoporre all'attenzione dei lettori perchè diventi oggetto di riflessione e di conversazione.
Ogni condominio di Ottavia dovrebbe mettere all'ordine del giorno e adottare la stessa deliberazione: un patto di solidarietà e di civile convivenza per rifiutare qualsiasi offerta monetaria proveniente dalle compagnie telefoniche e respingere in maniera perentoria e permanente la richiesta di concessione di servitù sui lastrici solari.
Per coloro che l'hanno concessa in passato, la deliberazione di disdetta della concessione.
Le aziende hanno sempre fatto leva sull'offerta di un profitto immediato al singolo condominio accompagnando tale offerta con lo spauracchio del tipo: "Se non accettate voi la metteremo sul condominio di fronte" .
Queste trappole infime hanno consentito una proliferazione selvaggia di antenne senza più alcuna precauzione rispetto ad asili, scuole, abitazioni con pazienti particolari. 
Oggi la popolazione dovrebbe aver imparato dagli errori, dovrebbe aver capito anche dalla vicenda di Radio vaticana che le sorgenti elettromagnetiche sono un grosso inquietante interrogativo sulla salute pubblica.
Un'altra triste lezione della storia è venuta dall'amianto che è stato per troppo tempo sottovalutato, ignorato ed oggi ne hanno pagato le conseguenze migliaia e migliaia di cittadini deceduti e/o malati di asbestosi. 

Con un patto tra gli abitanti, condominio per condominio, è possibile invertire la tendenza e fermare questo continuo inquinamento ambientale da parte delle antenne di telefonia mobile.. 


Comitato Lucchina e Ottavia


Nessun commento:

Posta un commento

Rispondi indicando il tuo nome