Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


lunedì 12 novembre 2012

Clinica Salus, 80 dipendenti a rischio occupazionale

Nel 1964  Villa Serena, acquistata intorno al 1954 dalla Congregazione delle Ancelle dell'Incarnazione, si trasformò in Casa di Cura "Salus Infirmorum".
Per mezzo di una convenzione, originariamente stipulata con gli "Ospedali Riuniti", la Salus  ha reparti di medicina generale dell'ospedale San Filippo Neri.
I medici sono alle dipendenze del nosocomio, il personale paramedico è dipendente da una società di cui l'Opera Post-Sanatoriale farà parte.
.Negli anni successivi la struttura segue la sorte della riorganizzazione della rete ospedaliera , conseguente alla Riforma Sanitaria e alle successive "Riforme de delle Riforma".
Si è arrivati in quasi mezzo secolo a 54 posti letto a disposizione della collettività e 80 dipendenti con una media annua di oltre 14mila pazienti che si servono della struttura sanitaria.
Servizi di riabilitazione post-traumatica, di cardiologia, neurologia ecc. ecc.
Oggi, dopo la mobilitazione dei cittadini di questa primavera e l'apparente successo della lotta annunciato anche da numerosi manifesti di partito, la Clinica Salus è di nuovo nei guai perchè la convenzione con il San Filippo Neri è scaduta, o sta per scadere, e del futuro del polo sanitario di via della Lucchina 41 non vi è più nessuna certezza.

L'eventuale cessazione delle prestazioni sanitarie da parte della Salus si aggiungerebbe all'imminente chiusura del Presidio Asl di via Motta Visconti a Palmarola dove da anni opera il centro vaccinale.
Le conseguenze in termini di mobilità urbana, di qualità della vita sarebbero ulteriormente compromesse in maniera inverosimile.

Vogliamo sperare che coloro che hanno responsabilità di decidere le politiche pubbliche si rendano conto di quanto accade nei nostri quartieri e di come non sia possibile attuare un programma regionale di riordino dei servizi sanitari nel territorio senza tener conto dell'assetto demografico, urbanistico e viario del territorio stesso.



Nessun commento:

Posta un commento

Rispondi indicando il tuo nome