Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


sabato 8 giugno 2013

Le Raccomandazioni dell'Europa e le Politiche per l'Occupazione

Dal 2008 l'Europa risente degli effetti della più grave crisi economica mai registrata in 50 anni. Nel vecchio continente ci sono ormai 25 milioni di disoccupati e in gran parte degli Stati membri dell'Unione le piccole e medie imprese rimangono ad un livello di sofferenza.
La Commissione Europea in una recente Comunicazione al Parlamento Europeo (9 gennaio 2013) ha tracciato, come linea d'azione fondamentale per un'inversione di tendenza, l'investimento nell'educazione all'imprenditorialità. Secondo le Raccomandazioni della Commissione europea "...l'istruzione deve essere avvicinata alla vita reale attraverso modelli di apprendimento ancorati nella pratica ed esperienze di imprenditori attivi nell'economia reale.... I giovani andrebbero incoraggiati a sviluppare competenze imprenditoriali nell'ambito dell'istruzione informale e non formale, ad esempio attraverso il volontariato.
Volendo semplificare al massimo la Comunicazione della Commissione europea riprendiamo alcuni punti basilari:

Nella linea d'azione n° 1 :
  • Gli Stati membri sono invitati ad assicurare che la competenza chiave "imprenditorialità" sia inserita nei curricula dell'Istruzione primaria, secondaria, professionale, superiore e continua entro la fine del 2015;
  • Offrire ai giovani l'opportunità di fare almeno un'esperienza imprenditoriale pratica prima di lasciare la scuola dell'obbligo...
Nella Linea d'azione n° 2
Gli Stati membri sono invitati a modificare la vigente legislazione finanziaria nazionale al fine di agevolare nuove forme alternative di finanziamento per le start up (avvio di un'impresa ndr)  e le piccole e medie imprese in generale...  a rendere il contesto dell'amministrazione fiscale nazionale più favorevole alle aziende che muovono i primi passi....

Nella Linea d'azione n° 3 si fa riferimento al coinvolgimento delle donne, degli anziani, dei migranti, dei disoccupati e dei giovani...

Nella Linea di azione 4 si invitano gli Stati membri ad avviare programmi attivi sul mercato del lavoro che eroghino un sostegno finanziario a tutti i disoccupati affinchè avviino un'impresa.


SITUAZIONE ITALIANA. 
Con i Fondi Sociali Europei 2007-2013 Le Regioni italiane dispongono di risorse economiche per avvisi pubblici che ammontano ad alcune decine di milioni di euro.
Ad esempio, la Regione Lazio, con avviso del 13 dicembre 2012  ,  chiuso il 10 aprile 2013, ha stanziato 4 milioni di euro (Asse II Occupabilità per € 2 milioni e Asse III Inclusione Sociale per altri € 2 milioni) per progetti rivolti ai lavoratori inoccupati o disoccupati, espulsi o a rischio di espulsione dal settore produttivo e dal mercato del lavoro e sono indirizzate a obiettivi di tirocini formativi professionalizzanti.
Rimane un interrogativo:  su quali canali vengono veicolati i bandi? .
Gli istituti di istruzione superiore che sono punti vitali della rete per il tirocinio formativo, hanno pari opportunità di conoscenza e risorse umane per poter mettersi in gioco?

A questi contributi del FSE si sommano i contributi provenienti dal Fondo Nazionale per le Politiche Giovanili che rappresentano un co-finanziamento a specifici progetti in ambito regionale comunale e provinciale.
Il Fondo per  le  politiche  giovanili,  istituito  al  fine  di promuovere  il  diritto  dei  giovani  alla  formazione  culturale  e professionale e all'inserimento nella vita sociale, anche  attraverso interventi volti  ad  agevolare  la  realizzazione  del  diritto  dei giovani all'abitazione, nonche' a facilitare l'accesso al credito per l'acquisto e l'utilizzo di beni e servizi, è destinato a  finanziare le  azioni  ed  i  progetti   di   rilevante   interesse   nazionale, specificamente indicati all'art. 2, nonchè  le azioni ed  i  progetti destinati al territorio, individuati di intesa con gli  enti  locali...

Di questo e di altro ci occuperemo nell'iniziativa pubblica che si sta organizzando nel nostro quartiere per la fine di giugno.

Ass.ne Culturale Lucchina e Ottavia


Nessun commento:

Posta un commento

Rispondi indicando il tuo nome