Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


mercoledì 5 marzo 2014

A Ottavia poteva verificarsi una strage...

Se fosse avvenuto solo 3 ore prima, mentre centinaia di bambini si recavano nella vicina scuola materna ed elementare di via Trevignano, poteva verificarsi una strage.
Riepiloghiamo i fatti:
Alle ore 11 circa di questa mattina, mercoledì 5 marzo, un'automobile a velocità sostenuta, proveniente da via Trevignano, ha sfondato la recinzione del bar di via della stazione di Ottavia, angolo via della Lucchina. 
Una persona anziana di 87 anni, Natale Tomino, che si trovava seduto dentro il gazebo di legno esterno al bar, è rimasta ucciso sul colpo. 
Altri due clienti del bar sono rimasti feriti, per fortuna in modo lieve.
L'automobile ha sfondato anche il muro che separa il bar dalla proprietà limitrofa.
Via Stazione di Ottavia è stata momentaneamente chiusa al traffico. Ambulanze e auto della polizia e dei vigili urbani sono accorse sul  posto. In base ad alcune testimonianze, la donna, al volante della vettura, potrebbe essere stata colta da malore durante la guida ed aver perso il controllo. 
La donna è stata estratta con difficoltà dalla vettura ed è stata trasportata in ospedale dove è stata dimessa in serata.
La zona di Ottavia-Palmarola è una delle zone del Municipio XIV con il più alto numero di incidenti stradali.
Questo è forse il più grave ed, essendo un incrocio stradale dove si trovano, a via Trevignano una scuola molto frequentata e, su via della Lucchina, un asilo nido privato, le conseguenze di questa tragedia avrebbero potuto essere ancora più devastanti se solo il fatto fosse accaduto qualche ora prima.






Nessun commento:

Posta un commento

Rispondi indicando il tuo nome