Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


mercoledì 15 ottobre 2014

Automobile in fiamme a Ottavia.. misteriose coincidenze

mercoledì 15 ottobre ore 16.00
Sono le ore 15 del pomeriggio di mercoledì 15 ottobre e una signora anziana sta scaricando la spesa dal portabagagli posteriore della sua automobile regolarmente parcheggiata davanti al bar "L'Angolo" di via della Stazione di Ottavia 85A incrocio con via della Lucchina.
Improvvisamente accade all'interno della vettura qualcosa che farebbe pensare ad eventi "paranormali". Scintille, scoppiettii e all'improvviso fiamme che si alzano e fanno esplodere i vetri dei finestrini.
L'anziana signora, posizionata dietro la macchina, è terrorizzata, grida e cerca di dare l'allarme. Ma per fortuna non c'erano persone che stavano passando vicino.
L'incendio divampa in maniera esponenziale fino all'arrivo dei vigili del fuoco che riescono a domarlo con la vettura ridotta ormai ad uno scheletro.

Un incidente strano e misterioso, senza vittime stavolta, nello stesso punto dove il 5 marzo scorso è morto, investito da una vettura di cui il conducente aveva perso il controllo, un anziano di 85 anni seduto al gazebo del bar.
Mercoledì 15 ottobre ore 15.00
Protagoniste di due eventi inspiegabili sono due automobili sfuggite al controllo. Nel primo caso, una vettura in movimento proveniente da via Trevignano che si abbatte sul bar uccidendo un anziano, nel secondo caso una vettura completamente ferma che prende fuoco da sola di fronte allo stesso bar, senza che nessun umano abbia fatto qualcosa per provocare l'incendio.
Galoppando con la fantasia, ci verrebbe da dire che due eventi strani nello stesso luogo siano opera di "spiriti vaganti" che vogliono dirci qualcosa.
E non pensiamo a spiriti maligni, ma a quegli spiritelli buoni che sono stati sfrattati perchè, forse, abitavano la vecchia e bella cisterna idrica in disuso nell'area verde di fronte al bar.
Era una bellissima area verde con un'antica reliquia (la vecchia cisterna a forma circolare) demolita assieme
Citare la fonteAss.ne cult. Lucchina e Ottavia
ad alberi secolari per far posto al cemento di alcune villette residenziali con tanto di box seminterrati.
Sempre galoppando con la fantasia, gli spiriti sfrattati da quella cisterna sembra stiano dando segnali a tutti i cittadini del quartiere e si stiano quasi vendicando di quell'autorizzazione edilizia, sulla quale mesi fa un'associazione di Roma nord ha chiesto conto al comune senza ricevere risposte.
E chissà? sempre ragionando in termini simbolici con la fantasia, magari quegli spiriti non avranno pace fino a quando il Comune di Roma e il Municipio XIV non daranno risposte su quella licenza edilizia di via Trevignano all'associazione che ha richiesto chiarimenti?
Sarà certamente un'ipotesi fantasiosa e immaginaria ma, a volte, la distruzione di alberi e di bellezze antiche per far posto a cemento, fa ribollire di rabbia l'energia dell'universo, trasformandola in guizzi di energia elettrica, termica e idraulica, proprio quel tipo di energia capace di mandare in tilt le automobili. :-)
NOTA BENE: sbaglia di grosso chi prende troppo sul serio gli spiriti collegandoli alle inchieste giudiziarie in corso. Nel riferire la notizia dell'incendio che interessa tutti, si è voluto ricordare la grave ferita edilizia all'ambiente e al verde, di fronte al luogo degli incidenti. 

5 marzo 2014 una vettura contro il chiosco del bar

P.S. Invitiamo, nel caso si prelevino notizie e immagini da questo blog, a citare la fonte. Grazie


Ass.ne culturale Lucchina e Ottavia

(L'unica associazione del quartiere che fornisce notizie ed eventi in tempo reale)





Nessun commento:

Posta un commento

Rispondi indicando il tuo nome