Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


domenica 23 novembre 2014

"Tutta la vita in un respiro", giovani scrittori di Ottavia

E' bello sapere che nel nostro quartiere ci siano dei giovani che hanno scelto l'arte creativa di scrittura. Dopo il romanzo di Marco Ripà, parliamo del libro di un altro giovane scrittore abitante della Lucchina. Fabio Pascucci, laureato in discipline giuridico-economiche, un settore forse distante dalla scrittura. 
Alla domanda: da dove nasce il tuo bisogno di scrivere? Fabio ha risposto:
"E’ un bisogno innato. Nasce con me. E’ un istinto irrefrenabile che prescinde da qualsiasi altra cosa. Per me è una necessità, che porta a riempire ogni spazio di tempo libero con la scrittura".

Diego, tutta la vita in un respiro.
Un adolescente malato di fibrosi cistica, costretto ad alzarsi tutti i giorni all’alba per fare aerosol e PEP mask. Deve impedire ai suoi polmoni di rimanere ostruiti. “Fibra” è il soprannome affibbiatogli da Patrik, cinquanta chili di ego e bullo della classe.
“Fibra” come fibroso, la cifra del suo male, sinonimo anche di forza e tenacia. Questo Patrik non lo sa. Non sa nemmeno che il suo compagno è sopravvissuto a un anno terribile, un anno di sondino gastrico che gli trapassava naso e bocca per alimentarlo. Era solo il suo primo anno di vita. Patrik non sa molte cose di Diego, suo avversario nel nuoto. Pur facendo parte della stessa squadra, sono da sempre rivali. Quando si deve affrontare una competizione, esiste soltanto un numero uno, il primo che arriva sul podio. Si contendono anche la stessa ragazza, Sofia, completamente all’oscuro del sentimento di Diego. Un’intima confidenza durante una festa getterà un riverbero di luce su quel segreto. Anche Mario e Lucia, genitori di Diego, non sanno molte cose di loro figlio. Pur combattendo ogni giorno al suo fianco per assicuragli una vita “normale”, scopriranno in lui lati insospettabili. Diego non è un ragazzo qualunque e lo proverà a suo rischio e pericolo. Lo dimostrerà nei rapporti con amici e compagni di classe, nelle relazioni sentimentali, nel confronto col suo coach Marcello e nella gara finale, che vale anni di duro allenamento. Lotterà per la tutela dei propri diritti, troppo spesso negati, e per la salvaguardia della sua stessa esistenza. Si batterà per la difesa del suo respiro, messo in pericolo da un evento imprevedibile che gli sconvolgerà la vita. La sua vita tutta in un respiro. Un romanzo sull’adolescenza, sulle gioie, sulle amarezze e sulle problematiche di quell’età, dal punto di vista di un ragazzo affetto da fibrosi cistica.

Tutta la trama è frutto della fantasia dell’autore e i riferimenti a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale.

Nessun commento:

Posta un commento

Rispondi indicando il tuo nome