Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


venerdì 19 dicembre 2014

Il vandalismo alla Stazione cesserà se...

I teppisti notturni che vandalizzano la stazione di Ottavia saranno recuperati alla società civile. Ma occorre insistere e non demordere. I bei quadri sfregiati sono anche il segno di una resistenza violenta e patologica di persone sofferenti che hanno bisogno di integrarsi con il tessuto sociale.
In certe zone del mondo la scuola e i libri sono nemici temibili dei fanatismi e fondamentalismi.
Nelle periferie romane la cultura e la bellezza sono temute da un sistema politico-delinquenziale che trae profitto economico e di consenso elettorale sul degrado, sull'intolleranza e sui veleni contro il disagio e diversità.
Oggi quei quadri hanno avuto la compagnia di un bel gruppo musicale che ha animato il sottopassaggio della stazione.  E noi crediamo che si potranno raggiungere buoni risultati con pazienza e tenacia se i cittadini si uniranno al progetto di riqualificazione chiedendo a tutti i soggetti ed enti responsabili (RFI, Municipio, forze dell'ordine, associazioni e comitati) di esercitare con diligenza le loro prerogative istituzionali 

Ecco il video :

e le immagini fresche di scatto:



Nessun commento:

Posta un commento

Rispondi indicando il tuo nome