Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


domenica 7 giugno 2015

Il Municipio XIV cambia sede? Dibattito alla "Festa d'Estate" di Montemario

Mirella Belviso, Italia Nostra
Il Municipio XIV si sta preparando a traslocare verso la nuova casa: il Forte Trionfale conosciuto anche come Caserma Ulivelli sita in via Trionfale 7400.
Sabato 6 giugno è stato questo l'argomento centrale dibattuto nell'ambito della tradizionale "Festa d'Estate", organizzata dall'Associazione Sant'Onofrio presso il parco di via Luigi Morandi.
Gli argomenti affrontati sono stati anche altri: 1) La manutenzione e pulizia della pista ciclabile detto anche parco lineare e gli accessi. 2) Gli insediamenti abusivi nei Parchi e la sicurezza; 3) L'illuminazione delle strade 4) La corruzione nel Municipio e Mafia Capitale; 5) L'Emporio Caritas per la famiglie bisognose, aperto presso la Scuola Nazario Sauro; 6) La mobilità e la sicurezza nelle strade alla luce degli ultimi incidenti mortali; 7) La Partecipazione dei cittadini alle scelte del Municipio; 8) Il parco del Pineto e le trasformazioni connesse all'anello ferroviario; 9) Le iniziative collegate alla via Francigena e il ruolo che il Municipio XIV vuole assumere per sostenere le associazioni che valorizzano il percorso dei pellegrini.
Della dismissione del Forte militare e delle prospettive di riutilizzo a fini
istituzionali, sociali e culturali ne hanno parlato con i cittadini alcuni dei protagonisti: L'architetto Simone Ferretti, esponenti del Comitato per il Forte Trionfale e il Presidente del Municipio Valerio Barletta.
L'architetto Ferretti ha detto che lo studio di un riuso civile del Forte è iniziato negli anni passati con l'impegno di alcune studentesse universitarie e della prof. Pallottino.
La trasformazione di un progetto in realtà, come il trasferimento di un Municipio dentro un Forte militare dismesso, non è cosa semplice e automatica. "Anni addietro chiunque avesse fatto una proposta simile sarebbe stato considerato un pazzo visionario" . Oggi sono stati 2 i fattori che hanno suscitato consenso al progetto :
1) In tempo di crisi economica, la prospettiva di poter risparmiare sull'esoso affitto passivo pagato per la sede di via Mattia Battistini;
2) Il coraggio del Presidente Barletta che si è speso con tutte le istituzioni competenti: Ministero della Difesa, Regione, Comune per portare a casa il risultato.
Il copyright dell'idea di un trasferimento del Municipio dentro la caserma Ulivelli risalirebbe al lontano 1982 quando l'allora Presidente della Circoscrizione 19, Umberto Mosso, la mise nero su bianco per gli organi centrali, purtroppo senza seguito.
Certo, adesso rimangono ancora molti problemi da risolvere: manutenzione e pulizia del forte, l'investimento effettivo nella costruzione di partecipazione civica. E su questo concetto ha sviluppato un interessante ragionamento il prof. Mario Bertini nel suo intervento. Partecipazione non è la semplice informazione che si da ai cittadini durante una festa d'estate o con incontri  e dibattiti. Partecipazione è co-costruzione di progetti assieme ai cittadini impiegando risorse umane del Municipio per coinvolgere e ascoltare tutti gli stakeholders, cioè tutti i soggetti del territorio (associazioni, comitati, singoli cittadini, parrocchie, scuole). Un atto obbligato da convenzioni internazionali e da leggi dello Stato. Dalla ricchezza di idee che possono emergere dal tessuto civico di un territorio possono implementarsi trasformazioni urbanistiche tali da migliorare la qualità della vita dei cittadini e da produrre una notevole crescita culturale.

L'arch.  Ferretti
Sul Parco Lineare, tema sollevato dal Presidente dell'Associazione civica 19, Alessandro De Michelis, il presidente Barletta ha risposto che è stata affidata la manutenzione e pulizia del parco ad un a ditta che già svolge altri servizi nel municipio. E' stata completata l'illuminazione su tutti i 5 km  e si sta valutando se aprire gli accessi oltre le 22 come richiedono molti cittadini. Il paradosso riferito dalle forze dell'ordine è che dove gli accessi sono chiusi ci sarebbero stati più tentativi di furto ai danni delle proprietà frontiste, mentre dove gli accessi sono aperti al via vai di persone la situazione sarebbe più tranquilla.

Mirella Belviso, ex consigliera comunale e membro dell'associazione Italia Nostra,  ha posto l'accento sull'informazione istituzionale che è molto carente. Sul sito del Municipio XIV non è raccontato quanto accade nel territorio, quali opere e azioni vengono messe in atto dalla Giunta.
Le notizie spesso si vengono a sapere su facebook mentre se uno va sul sito del Municipio non trova nulla.

Sulle difficoltà nella mobilità ha preso la parola Gustavo Credazzi dell'Associazione Igea chiedendo al Presidente Barletta uno sforzo per risolvere i vari problemi di traffico ai confini con il primo municipio. Sono stati citati dall'Associazione Lucchina e Ottavia i gravi incidenti mortali che si sono verificati sulla via Casal Del Marmo e la paralisi dell'intero quadrante determinata giovedì 4 giugno dalla chiusura improvvisa della Galleria Giovanni XXIII. Una paralisi che poteva essere evitata o quantomeno attenuata se vi fosse stata un'immediata campagna di segnalazioni,  avvisi radiofonici e televisivi, con le indicazioni agli automobilisti dii percorsi alternativi per non rimanere intrappolati.
Il consigliere Pino Acquafredda ha illustrato quali iniziative il Municipio sta portando avanti riguardo le criticità determinate dalla Galleria e dalle linee di trasporto pubblico.
A margine dell'assemblea, l'ing. Carlo Pacenti, ha ricordato al consigliere Acquafredda l'impegno civico dell'associazione Igea e l'attività svolta da lunga data, con schede di monitoraggio e somministrazione di questionari finalizzati all'esame delle criticità del traffico e delle linee Atac nel quadrante. Nonostante questo prezioso contributo le associazioni non hanno riscontrato ancora una giusta attenzione e considerazione da parte degli organi preposti del Municipio.

Sugli insediamenti abusivi nei parchi il presidente Barletta ha detto che assieme a tutte le forze dell'ordine, e di concerto con i proprietari, è stato fatto un censimento di tutti gli accampamenti abusivi anche alla luce del bisogno di sicurezza. Si è deciso di sgomberare solo il campo che si trova in corrispondenza di via Frate vicino alla stazione Balduina. Per quanto riguarda gli altri 15 campi sparsi si è deciso di non causare inutili migrazioni che non risolvono i problemi. "Ma- ha detto Barletta- Finanza, Forestale, Polizia, Carabinieri, Servizi sociali sono impegnati, ognuno in un ambito specifico, verso l'obiettivo di rendere i parchi più sicuri e più puliti".
Su richiesta del pubblico, il Presidente Barletta ha dato informazioni sulla chiusura della ludoteca che era ospitata fino a non molto tempo fa presso i locali della scuola elementare Nazario Sauro. Ludoteca gestita dalla coop. Apriti Sesamo e molto utilizzata dagli alunni della scuola elementare negli orari post scolastici. Dopo alcuni rilievi specialistici di sicurezza ambientale è stato riscontrato che il pavimento in linoleum della sala avrebbe potuto nuocere alla salute dei bambini a causa della possibile presenza di fibre di amianto.
A seguire Rosanna Polidori della struttura Caritas Locale ha dato notizie sull'"Emporio" che è stato costituito tra enti locali e prefetture diocesane di 3 territori parrocchiali presso la sala Carpet della scuola Nazario Sauro. Il servizio è rivolto a famiglie e cittadine meno abbienti che non sono in grado di provvedere da soli al loro sostentamento. E' un servizio che, attualmente assiste 200 nuclei familiari, ha carattere temporaneo e funziona con una tessera a punti da spendere per il ritiro di generi di prima necessità.

Ha preso la parola anche Giovanna D'Annibale, in qualità di coordinatrice della Rete delle Associazioni di Promozione sociale del Municipio XIV. D'Annibale, che è anche presidente dell'Associazione culturale Lucchina e Ottavia, ha ricordato al Presidente Barletta l'importanza delle attività culturali e di promozione turistica collegate alla via Francigena in vista del Giubileo. "L'anno scorso la Rete delle Associazioni ha realizzato splendide iniziative da Ottavia a Montemario, ai Casali Mellini, alla Chiesa di San Lazzaro ma- ha detto D'Annibale- occorre un maggiore sostegno da parte del Municipio XIV e del Comune per fare di meglio e di più"

Nei prossimi giorni daremo conto degli altri argomenti trattati nella Festa d'Estate... Collegatevi a questo blog per tenervi aggiornati. L'unico blog che aggiorna in tempo reale su notizie che nessuno fornisce.

Associazione  culturale Lucchina e Ottavia





1 commento:

  1. Interessante! Peccato sia stato pubblicato soltanto un resoconto e non l'avviso dell'evento precedentemente :-(

    RispondiElimina

Rispondi indicando il tuo nome