Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


sabato 5 settembre 2015

A Ottavia e Palmarola stanno aumentando le zanzare tigre

Questo mese di Settembre sarà il periodo di massima infestazione della zanzara tigre. 
La sua presenza ha sempre determinato disagi al punto da condizionare l’uso degli spazi aperti, riducendone la vivibilità. 
È molto aggressiva: punge anche in pieno giorno, soprattutto nelle ore fresche e all’ombra. Prende di mira in particolare gambe e caviglie, procurando gonfiori pruriginosi. È in grado di pungere anche attraverso la stoffa di abiti leggeri. È particolarmente attratta dagli indumenti di colore scuro e dai profumi.
"L’epidemia di febbre da virus Chikungunya, che ha interessato alcune aree del nostro paese nel 2007, ha messo in evidenza che la zanzara tigre può rappresentare un problema più grave della semplice molestia, in quanto può trasmettere questa malattia virale dal decorso benigno, che provoca febbre alta e dolori articolari, anche persistenti.  È quindi necessario intensificare la lotta alla zanzara tigre, poichè è dimostrato che essa è il vettore della trasmissione del virus Chikungunya e di altri virus come quello della Dengue (SSN E. Romagna)
Non ci risulta ancora che i territori di Ottavia, Lucchina e Palmarola siano stato raggiunti adeguatamente dal programma di lotta dell’Assessorato All’Ambiente e Rifiuti di Roma Capitale.
Non ci risulta ancora che l'AMA SpA abbia fatto o programmato in queste aree urbane di Roma nord ovest i trattamenti larvicidi concordati con il Campidoglio.
E nemmeno ci risulta ancora che sia stata effettuata la distribuzione gratuita ai cittadini, del prodotto larvicida biologico a base di Bacillus Thuringiensis, da utilizzare per il trattamento dei tombini delle proprie abitazioni.
Insomma attendiamo un'informazione puntuale dei Municipi e dell’Ufficio Specie Problematiche del Dipartimento Tutela Ambientale. 
Le scarse precipitazioni dei mesi scorsi e le alte temperature hanno determinato una notevole sopravvivenza delle popolazioni di zanzare. le successive piogge di questi giorni peggioreranno di molto la situazione favorendo la proliferazione delle zanzare nei ristagni d’acqua.
L'Associazione culturale Lucchina e Ottavia auspica interventi urgenti per evitare la disseminazione di focolai con tutte le conseguenze per l'ambiente e la salute delle persone, soprattutto quelle più fragili. 

Ass.ne culturale Lucchina e Ottavia

Nessun commento:

Posta un commento

Rispondi indicando il tuo nome