Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


lunedì 28 marzo 2016

INCIDENTE VICINO ALLA SCUOLA MATERNA BESSO

Vicino alla Scuola dell'Infanzia comunale Besso non c'è più il lampione Acea che illuminava tutta la curva stradale all'altezza dell'istituto (da cui la scuola prende il soprannome di "Besso Curva").
Il palo dell'illuminazione stradale è stato tolto su disposizione del Comando dei vigili la sera di Pasqua perché era diventato un rischio per l'incolumità pubblica dopo che un'automobile è andata a sbatterci violentemente quasi sradicandolo dal terreno. 
Erano circa le 4.30 del mattino della Santa Pasqua quando una BMW nera si è schiantata contro il palo della luce. La macchina è rimasta semidistrutta. 
Per fortuna non ci sono state gravi conseguenze per chi viaggiava all'interno del veicolo. 
Non vogliamo fare ipotesi sulla dinamica dell'incidente ma qualora all'interno di quella BMW nera ci fossero dei giovani, al ritorno di una serata di divertimento, e qualora questi giovani si trovassero a leggere il nostro blog vorremmo dire loro, anzitutto, che siamo molto felici del fatto che siano rimasti incolumi e che siano potuti rientrare nelle loro case e rassicurare i loro genitori e le famiglie.

Ma poi vorremmo suggerire loro, anzi raccomandare col cuore, di fare tesoro di questa esperienza notturna che poteva avere conseguenze tragiche, perché anche il pericolo scampato insegna qualcosa. 

Alla guida è sempre meglio che ci sia la persona che non ha bevuto, che non ha sonno, che sia in grado di riportare gli amici sani e salvi a casa. 
E non è soltanto una questione di salvaguardare la salute e l'incolumità della comitiva di amici che ha voluto giustamente divertirsi in città il sabato sera, non è soltanto una questione di evitare un dolore straziante alle proprie famiglie ma è anche una questione di rispetto della vita degli altri, di un eventuale pedone, di un ciclista, magari di un padre o una madre o anche una ragazza, che potevano casualmente transitare su quel marciapiede ed essere abbattuti.. spenti... come quel palo della luce che adesso non c'è più.

Associazione culturale Lucchina e Ottavia




1 commento:

  1. Una buona segnaletica e il rispetto dell'educazione stradale salverebbero la vita di migliaia di persone.

    RispondiElimina

Rispondi indicando il tuo nome