Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


mercoledì 6 luglio 2016

Sparatoria nel cuore di Ottavia...

foto tratta da google maps
Premesso che il quartiere di Ottavia rimane un quartiere fondamentalmente tranquillo. E' vero che in questi ultimi anni sono accaduti sporadici episodi di criminalità ma, a nostro avviso, essi non hanno intaccato la buona "reputazione" di questo quartiere nel confronto con le diverse periferie romane.
Fatta questa premessa, non possiamo non informare su quanto è accaduto oggi pomeriggio, 6 luglio 2016, su via Casal del Marmo davanti al "Bar Euro" a pochi metri dalla scuola materna "Besso", scuola frequentata dal figlio del Sindaco Virginia Raggi.

Da quanto abbiamo appreso da persone del posto, intorno alle 17.15 un uomo sulla quarantina che abita da poco tempo a Ottavia avrebbe aggredito il titolare del Bar Euro colpendolo più volte ferocemente con il calcio di una pistola. Il bar è gestito attualmente da due fratelli di cui uno è attualmente assente. 
Ne sarebbe nata una colluttazione dove l'uomo armato avrebbe avuto la meglio procurando al gestore del bar numerose ferite al volto e alla testa.
 L'arma in mano all'aggressore avrebbe intimorito le numerose persone presenti che non hanno avuto il coraggio di intervenire nonostante la madre della vittima, presente durante l'aggressione, chiedesse aiuto per far cessare lo scontro tra i due. 
Dopo l'aggressione, l'uomo armato, prima di allontanarsi attraversando la strada, avrebbe sparato alcuni colpi di pistola in aria.
All'origine di questa "spedizione punitiva" ci sarebbero, sempre secondo testimonianze raccolte tra le persone di un vicino esercizio commerciale, presunti apprezzamenti fatti dal gestore del bar alla donna del "pistolero".
Dopo poco tempo sono arrivati sul posto diverse volanti di polizia e carabinieri mentre  un'ambulanza ha trasportato la persona ferita al vicino ospedale. 
Sarebbe intervenuto anche un magistrato per raccogliere testimonianze e fare tutti i rilievi del caso, compresi il recupero dei bossoli dei colpi sparati. 
Non è rassicurante che nel nostro quartiere possa circolare un uomo violento armato, ma
siamo certi che le autorità di polizia e i magistrati sapranno prendere provvedimenti idonei a ripristinare condizioni di serenità e a prevenire ulteriori episodi simili. 

2 commenti:

  1. Quando lo prenderanno....una pacca sulla spalla e di nuovo libero. Potenzialmente in grado di uccidere....

    RispondiElimina
  2. Speriamo di no. Un giornale online ha pubblicato oggi la notizia del fermo dell'autore dell'aggressione e il ritrovamento di una pistola scacciacani

    RispondiElimina

Rispondi indicando il tuo nome